IAF2017 – Regina Pessoa ospite speciale ad Imaginaria

> LINK MASTERCLASS CON REGINA PESSOA

Sabato 26 agosto
> Sala Conferenze di San Benedetto (piano terra) – h 18.30 Masterclass con Regina Pessoa

Regina Pessoa, una delle figure più rappresentative del nuovo cinema d’animazione mondiale, sarà presente quale ospite internazionale alla 15ma edizione di Imaginaria.

Dal 1992, lavora presso lo studio Filmógrafo con Abi Feijó (regista pluripremiato, presidente dell’ASIFA Internazionale e presidente della Casa da Animação di Oporto), per il quale ha curato l’animazione di Os Salteadores (I fuorilegge, 1993), Fado Lusitano (1995) e Clandestino (2000). Sempre con Abi Feijò è coautrice di Ciclo Vicioso (Circolo vizioso, 1996) e Estrelas de Natal (Stelle di Natale, 1998).

Il suo primo film, A Noite (La notte, 1999), vince numerosi premi in tutta Europa. Creato con la tecnica dell’incisione e della pittura su lastre di gesso – che richiede tempi di realizzazione lunghissimi, anche solo per pochi minuti di film – è un’opera al tempo stesso poetica e minuziosa, che racconta le paure, le ombre e i silenzi notturni di una bambina. Sei anni dopo, termina História Tragica com Final Feliz (Storia tragica con finale felice, 2005) che vince, tra gli altri, il prestigioso Annecy Cristal per il miglior cortometraggio agli Annecy Awards 2006. Caratterizzato da un disegno duro, definito da dense linee nere, il film ci trasporta nuovamente nella storia, dolce, di una bambina, il cui cuore batte troppo forte. È un ragazzo “diverso”, alle prese con i suoi demoni, il protagonista del corto pluripremiato, Kali, o Pequeno Vampiro (Kalì, il piccolo vampiro) ha ricevuto diversi premi prestigiosi fra cui il premio Hiroshima nel 2012 al Festival internazionale di animazione di Hiroshima. E’ attualmente al lavoro con un nuovo progetto di cui scopriremo i dettagli in anteprima durante il festival Imaginaria.

Nel 2015 ha realizzato il manifesto per il prestigioso festival di Annecy.

«Artista di grande intensità, e dunque al servizio della sua creatività e non di altro, certamente non di lusinghe o fretta, Regina Pessoa ha fin qui realizzato pochi film brevi, ma che sono tutti davvero notevoli; moderna, viaggiatrice e perciò stesso cosmopolita, conosce più lingue, più culture e più tecniche, alcune delle quali ha innovato e personalizzato per raccontare in un’intenzionale Trilogia, ovvero in tre brevi film A Noite (1999), História Trágica com Final Feliz (2005), Kali o Pequeno Vampiro, l’incomunicabilità e la solitudine dei bambini, ispirandosi al mistero, ai non infrequenti drammi, alla poesia nascosta nelle vite banali e anonime.»   Matilde Tortora

I FILM IN RETROSPETTIVA

  • A Noite, 6min 35sec., 35mm (1999)
  • História Trágica com Final Feliz, 7min 46sec. (2005)
  • KALi, the little Vampire, 9min 30sec. (2012)